Torre dell'Orso
[ Territorio ]

Giornata ecologica a Torre dell’Orso

MELENDUGNO (Lecce) –  Un luogo magico e di rara bellezza che costeggia tutta la spiaggia di Torre dell’Orso fino ad arrivare alla famosa scogliera delle Due Sorelle, che ha visto uniti Alba Mediterranea, Comune di Melendugno – Ass.to all’Ambiente, la Proloco di Torre dell’Orso, il GUS – Gruppo Umana Solidarietà ed Ecotecnica, in un’opera di pulizia e riqualificazione di questa zona meravigliosa tanto da far diventare il 18 e 25 Marzo e il 1 Aprile giornate ecologiche, date non scelte a caso, sono stati, infatti, i tre fine settimana che hanno preceduto la Pasqua, nella speranza che trovare un bosco pulito scoraggi comportamenti incivili.

Ci siamo addentrati nel verde dell’ Area Naturale Pineta Costiera di Torre dell’Orso che ospita specie animali e vegetali di grande interesse naturalistico, tanto da essere considerato Sito d’Interesse Comunitario e grazie all’iniziativa promossa da Alba Mediterranea e patrocinata dal comune di Melendugno, ha visto ripulito questo splendido territorio dall’incuria da bottiglie, plastica, rifiuti di ogni genere abbandonati in quello che più che il cuore verde dei salentini sembra ormai essere diventata una discarica a cielo aperto. A queste giornate Verdi, sono stati invitati a partecipare non solo associazioni e  imprenditori delle marine ma anche tutti i cittadini che hanno a cuore la salvaguardia di questo luogo incantevole. Per rendere le aree accessibili a tutti, si è pensato quindi di intervenire anche sulla pulizia dei sentieri e palizzate, con taglio del legname e raccolta delle ramaglie e dei tessuti, il tutto armati di cesoie, falci, vanghe, cariole e tanta voglia di far parte di questo lodevole progetto. La giornata sarà così scandita: ritrovo ore 9 presso la casetta rossa sulla provinciale che da Torre dell’Orso conduce a S. Andrea, ore 9:30 distribuzione attrezzature e inizio pulizia; ore 13 meritato aperitivo offerto da Alba Mediterranea.

L’iniziativa di coinvolgere i migranti delle comunità GUS e Polvere di Stelle, rispettivamente di Melendugno e Galatina,  a titolo gratuito e di volontariato, dà a questa gente l’opportunità di rendersi utili e ringraziare la comunità che li ha accolti rappresentando un occasione di integrazione. Tre giorni che hanno visto la comunità, le istituzioni e i migranti uno a fianco dell’altro per la conservazione di questo gioiello naturale a due passi dalle nostre case, un modo facile ma concreto per fare integrazione.

Il sindaco Potì, crede che questa iniziativa sia solo un banco prova di ciò che gli stranieri possono fare per dimostrare la loro responsabilità verso i luoghi che li hanno accolti e che sia un passo dal diritto al dovere, fondamentale per una convivenza serena. L’evento ha anche il compito di far conoscere il progetto VEROBLU di Alba Mediterranea, che prevede una serie di attività gratuite per i giovani dai 14 ai 35 anni quali escursioni a piedi o in bicicletta, escursioni e corsi di vela, windsurf e canoa per gli amanti del mare e inoltre una serie di crociere didattiche su un veliero, allestimento e gestione campi avventura, e weekend per adulti e ragazzi incentrati sulla conoscenza e tutela  del territorio.

Mnatenere pulito un territorio come quello delle marine di Melendugno è molto importante anche in chiave turistica, poiché sono migliaia, ogni anno, i turisti che scelgono questo versante del Salento per trascorrervi le vacanze alloggiando in uno dei tanti vilaggi presenti a Torre dell’Orso (vedi l’Araba Fenice Village) o in quanlche struttura a scelta tra b&b e case vacanze.

Veronica

Send a Comment

Your email address will not be published.