sistema di ricarica auto elettriche
[ Tecnologia ]

Come funziona il sistema di ricarica auto elettriche

Una delle maggiori preoccupazioni per i proprietari di veicoli elettrici (EV) è sapere quando e come caricare il proprio veicolo. Sia i veicoli elettrici che i veicoli elettrici ibridi plug-in richiedono un caricabatterie EV per mantenere la batteria carica, proprio come qualsiasi dispositivo ricaricabile o elettronico.

Nella sua forma più elementare, un caricabatterie EV sfrutta una corrente elettrica da una presa da 240 V o dalla rete a cui è cablata e fornisce l’elettricità al veicolo, proprio come qualsiasi altro apparecchio o dispositivo che si carica collegandolo alla parete. Se vuoi capire come funzionano le auto elettriche, o veicoli elettrici, e qual è la differenza tra le auto ibride e quelle puramente elettriche allora continua a leggere. 

Come funziona la ricarica?

Le auto elettriche funzionano collegandosi a un punto di ricarica e sfruttando l’elettricità dalla rete. In questo modo immagazzinano l’elettricità in batterie ricaricabili che alimentano un motore elettrico, che fa girare le ruote. Le auto elettriche accelerano più velocemente dei veicoli con motori a benzina tradizionali, e risultano dunque più leggere da guidare.

Puoi caricare un veicolo elettrico collegandolo a una stazione di ricarica pubblica o a un  caricabatterie domestico. La distanza che puoi percorrere con una carica completa dipende dal veicolo. Ogni modello ha una gamma, una dimensione della batteria e un’efficienza diverse. L’auto elettrica perfetta per te sarà quella che potrai utilizzare per i tuoi normali spostamenti senza doverti fermare e ricaricare a metà strada. 

Per prima cosa, se vuoi capire come funziona un motore di un’auto elettrica, devi conoscere la differenza tra AC e DC (correnti di elettroni). L’elettricità si muove attraverso un conduttore in due modi. La corrente alternata (AC) descrive una corrente elettrica in cui gli elettroni cambiano periodicamente direzione. La corrente continua (DC), come suggerisce il nome, scorre in un’unica direzione.

La batteria di un’auto elettrica funziona utilizzando la corrente continua. Ma, quando si tratta del motore principale del veicolo elettrico (che fornisce trazione al veicolo), questa energia CC deve essere trasformata in CA tramite un inverter.

I caricabatterie per veicoli elettrici attualmente sono disponibili in tre diversi modelli: Livello 1, Livello 2 e Livello 3. Il livello 3 è anche comunemente noto come ricarica rapida a corrente continua (DCFC). Nei livelli 1 e 2 il veicolo elettrico è collegato all’alimentazione CA, 120 V o 240 V, e un caricabatterie nel veicolo elettrico converte la potenza CA in CC necessaria per caricare la batteria e controlla il processo di carica.

Con il DCFC, il DCFC converte l’alimentazione CA in CC e l’alimentazione CC viene inviata direttamente alla batteria EV bypassando il caricabatterie di bordo. Ciò consente al DCFC di caricare direttamente la batteria del veicolo elettrico. La ricarica di livello 1 e 2 è generalmente limitata dall’alimentazione CA disponibile e dalle dimensioni del caricabatterie di bordo installato nel veicolo elettrico.  

Esiste un limite alla quantità di energia che una batteria EV può accettare durante una carica nota come tasso di accettazione. Ciò limita la velocità con cui il caricabatterie DCFC può caricare la batteria del veicolo elettrico. Ad esempio, se il veicolo elettrico ha un tasso di accettazione di 50 kW ed è collegato un DCFC da 100 kW, il veicolo elettrico si caricherà solo a 50 kW.

Le auto elettriche forniscono un’alternativa unica a zero emissioni di scarico ai veicoli tradizionali. Possono anche offrire agli appassionati di auto vantaggi come l’accelerazione istantanea e una guida più silenziosa rispetto alla maggior parte dei veicoli a gas.

Paola

Send a Comment

Your email address will not be published.